Cessione del doppio quinto dello stipendio, cos’è?

Il doppio quinto dello stipendio, noto anche come prestito con delega o cessione del doppio quinto, è una tipologia di finanziamento molto conveniente per chi apprezza le modalità della cessione del quinto standard. Ma ha anche bisogno di più liquidità.

Con la cessione del quinto dello stipendio, infatti, l’importo della rata di rimborso non può superare il 20% (un quinto) del salario netto mensile. Invece, se si abbinano questa soluzione e il prestito con delega si arriva a una rata mensile complessiva del 40%.

Di conseguenza, la cessione del doppio quinto dello stipendio è ideale per chi cerca una somma di denaro elevata. Anche in questo caso il debito viene saldato con una detrazione diretta dalla busta paga e il contratto deve essere sottoscritto anche dal datore di lavoro.

Chi può richiedere la cessione del doppio quinto dello stipendio

Il prestito con delega – o doppio quinto – può essere richiesto da dipendenti a tempo indeterminato o determinato. Ci vengono subito in mente gli statali, che usufruiscono di condizioni particolarmente favorevoli (agevolazioni, tasse molto vantaggiose ecc).

Possono fare domanda i membri delle aziende pubbliche e private, i medici convenzionati e così via. Una differenza rispetto alla classica cessione del quinto: dai beneficiari del doppio quinto sono esclusi i pensionati: gli enti pensionistici non hanno aderito a questa scelta.

Alcune caratteristiche della cessione del doppio quinto

Sembra una soluzione conveniente, vero? Di sicuro è una soluzione da prendere in esame. La cessione del doppio quinto dello stipendio si caratterizza per i seguenti elementi:

  • Durata che può arrivare a 120 mesi.
  • Opportunità di rinnovo.
  • Erogazione del prestito con assegno o bonifico bancario.
  • Fase istruttoria gestita da un consulente dell’istituto creditizio selezionato.

Un’altra peculiarità è la coesistenza. Il doppio quinto dello stipendio è spesso associato ad altri finanziamenti che prevedono deduzioni dalla busta paga per l’adempimento.

Soglia massima del prestito

Ciò che conta è che, in totale, non si vada oltre il 50% dello stipendio: questo è stabilito dalla legge. Il prestito con delega soddisfa tale requisito, in quanto non supera il 40%.

È inclusa anche una copertura assicurativa. Questa serve a tutelare gli interessi della banca se, per esempio, la persona perda il proprio impiego e non abbia più la busta paga.

Un prestito non finalizzato

Proprio come per la cessione del quinto, questo è un prestito non finalizzato. Non bisogna dare spiegazioni sul motivo per cui si chiede la liquidità: questo distingue il finanziamento in oggetto da altri contratti come quello di mutuo. Però non si va oltre del 50% del salario.

Documenti per cessione del doppio quinto

I documenti per il prestito con delega? La carta di identità o altro documento di riconoscimento (passaporto o patente di guida), la tessera sanitaria con codice fiscale e  la busta paga. Possibilmente, la busta paga dovrebbe essere la più recente. 

Il beneficiario dovrà poi sottoscrivere con la finanziaria una polizza assicurativa. La rata pagata ogni mese comprenderà anche la quota della polizza, sommata al rimborso.

Il rinnovo

La cessione del doppio quinto dello stipendio può essere rinnovato. Il tutto andrà negoziato con la banca, i cui esperti valuteranno se concedere o meno un altro contratto.

Però è necessario che sia stato restituito almeno il 40% della prima cifra. Questo criterio è basilare per ottenere un prestito più conveniente. Un’opzione perfetta per chi ha bisogno di soldi extra in breve tempo, per un progetto imprenditoriale o l’acquisto di un bene.

È possibile estinguere in anticipo il doppio quinto?

Sì, la cessione del doppio quinto può essere estinta anticipatamente. È il caso di chi rinuncia al proprio lavoro: le rate saranno desunte dal Trattamento di Fine Rapporto. 

Infatti il prestito con delega è riconosciuto più difficilmente a un dipendente giovane perché il Trattamento di Fine Rapporto (in busta paga noto come TFR) non è di grande entità.

Preventivo per cessione del doppio quinto

A questo punto puoi chiedere un preventivo per scoprire se questa è una soluzione conveniente per te: cosa aspetti? Contattaci subito per avere la migliore condizione!