Come funziona la cessione del quinto dello stipendio per i neoassunti?

La cessione del quinto per i neoassunti è una delle modalità di prestito più popolari. Ci sono delle condizioni da rispettare, ma non è difficile ottenere un simile finanziamento.

Come funziona la cessione del quinto per i neoassunti? Si chiede liquidità extra da restituire con un piano di rate mensili che non superano il 20% del salario netto. 

La somma viene ridata alla banca direttamente dalla busta paga, ragion per cui è necessario essere dipendenti di un ente o un’azienda a tempo indeterminato o determinato.

L’iter burocratico è semplice, il prestito non è finalizzato ed è accessibile ai cattivi pagatori. E uno dei vantaggi è la possibilità di fare domanda per la cessione del quinto per neoassunti.

Il Trattamento di Fine Rapporto

Il Trattamento di Fine Rapporto (TFR) è un’espressione con cui indichiamo la liquidazione. Ovvero parte di retribuzione rimandata quando si chiude il rapporto professionale.

Ci sono vari motivi per cui una persona abbandona un impiego: perché ne trova uno migliore, per una malattia, per problemi familiari e così via. Chiaramente il TFR aumenta in maniera proporzionale agli anni di lavoro e, all’inizio, è decisamente più esiguo.

Il tutto è connesso alla cessione del quinto per i neoassunti: dopo circa 12 mesi si ha la facoltà di chiedere il finanziamento ponendo come garanzia il Trattamento di Fine Rapporto. Se il debito non verrà saldato, l’istituto di credito potrà rimediare sfruttando questo capitale.

Cessione del quinto per neoassunti da pochi mesi

A questo punto può sorgere spontaneo un dubbio: e se sono stato assunto da molto meno di un anno, come posso beneficiare della cessione del quinto? Per scegliere se concedere la cessione del quinto ai neoassunti la società finanziaria valuta una serie di fattori:

Età del richiedente

Più facile che una banca accetti la domanda di un adulto che non di un giovane. Quest’ultimo, per risolvere il problema, potrebbe avvalersi della figura di un garante, qualcuno che firmi il contratto e che assicuri che non vi saranno inadempienze.

Tipologia di contratto e la stabilità della posizione

È importante la posizione lavorativa: tempo indeterminato o determinato? Nel secondo caso sarà un po’ più difficile un responso positivo, soprattutto per chi ha cominciato da poco.

Andamento economico dell’azienda

Vi sono istituti creditizi che analizzano lo stato dell’economia dell’azienda. Ciò non vale, naturalmente, per la cessione del quinto per neoassunti statali dove la garanzia è massima.

Caratteristiche della cessione del quinto per neoassunti

La cessione del quinto per chi è stato assunto da poco si differenzia da quella classica sotto alcuni aspetti. La durata del prestito non supera quasi mai i 5 anni. In più, è raro che la cifra erogata vada oltre i 15.000 euro. L’obiettivo, per la banca: limitare al massimo i rischi.

Vi sono dei lavori che prevedono un periodo di prova: di solito il finanziamento è accordato al termine di questa fase. Di solito la finanziaria dica di sì ai dipendenti del pubblico impiego, mentre il cammino sarà leggermente più arduo per quelli delle aziende private.

La cessione del quinto dello stipendio per i neoassunti funziona come quella standard. Le rate sono detratte dalla busta paga, non devi specificare il motivo del prestito. La cessione del quinto non è finalizzata. Anche se si tratta di persone che hanno un contratto recente.

Sei un neoassunto e vuoi un preventivo per la cessione del quinto?

Contattaci subito se desideri un preventivo per la cessione del quinto dello stipendio da neoassunto. Un esperto del nostro team ti darà le risposte e troverà la soluzione per te.