Come funzionano i prestiti per le forze armate e militari?

I prestiti per le forze armate e militari sono soluzioni che garantiscono un accesso al credito agevolato in virtù della sicurezza che deriva da un contratto di lavoro stabile. 

Proprio per questo motivo coloro che appartengono alle forze armate vengono ritenuti più affidabili dagli istituti di credito e dalle finanziarie: non a caso possono beneficiare di tassi inferiori, in media, ai tassi che caratterizzano il mercato dei prestiti personali.

Il miglior prestito per forze armate è la cessione del quinto dello stipendio, ma un’alternativa è costituita dalla delega di pagamento. Vale la pena di ricordare che i dipendenti dell’Esercito Italiano possono accedere a una consulenza su misura.

 

I piccoli prestiti per forze armate e militari

I prestiti Noipa militari sono soluzioni self service grazie a cui è possibile ottenere un finanziamento dall’Inps gestione ex Inpdap: la somma desiderata viene accreditata sul conto corrente e la trattenuta relativa viene applicata direttamente sul cedolino dello stipendio.

La richiesta del piccolo prestito forze armate può essere effettuata tramite la funzionalità online: così tutte le operazioni possono essere svolte via web in completa autonomia e non si è costretti ad andare fisicamente in un ufficio Inps. 

La funzione del self service permette di eseguire una simulazione preventiva, sulla base di parametri differenti come la durata del prestito, l’importo del prestito e l’importo della rata.

Si può inoltrare la richiesta di piccolo prestito con un modulo che contiene le informazioni certificate con i servizi stipendiali e ai sistemi informativi. Tramite il self service, si ha la possibilità di verificare l’esito della richiesta tenendo monitorato lo stato di avanzamento.

Come ottenere un prestito Noipa

Tutti coloro che, a seconda del comparto di appartenenza, sono già riconosciuti dal sistema Noipa hanno la possibilità di ottenere un piccolo prestito grazie alla modalità self service. 

Per usufruire del servizio occorre avere un conto corrente postale o bancario e conoscere le credenziali di accesso – cioè il codice fiscale e la password – al portale Noipa. In alternativa è sufficiente avere a portata di mano la Carta Nazionale dei Servizi

Qualora si decida di effettuare l’accesso con il codice fiscale e la password, bisogna possedere il codice Pin, che è necessario perché consente di convalidare tutte le operazioni che vengono eseguite. Il codice è riservato, e serve a identificare il singolo soggetto: ecco perché è bene segnare da qualche parte, per ricordarlo.

Cessione del quinto e prestito con delega di pagamento

Il prestito Noipa è una soluzione diversa rispetto alla cessione del quinto dello stipendio. Si ha a che fare con una forma di finanziamento che dura non più di 10 anni e che prevede una rata il cui importo massimo è del 20% – un quinto – della retribuzione netta mensile. Il prestito viene rimborsato con una trattenuta mensile, che viene eseguita in busta paga.

Il prestito con delega di pagamento, invece, è conosciuto con il nome di doppio quinto, dal momento che permette al lavoratore delle forze armate di accedere a un importo in denaro supplementare rispetto alla somma già avuta con la cessione del quinto. Di conseguenza, ogni mese si rimborsa una cifra che corrisponde ai due quinti dello stipendio.

Prestito per i militari: quali documenti?

I componenti delle forze armate che desiderano ottenere un prestito devono fornire il proprio codice fiscale, un documento di identità in corso di validità e una copia delle due buste paga più recenti. C’è bisogno, inoltre, di una copia dello stato di servizio: si tratta di un documento mediante il quale viene attestato lo status di dipendenti delle forze armate.

La cessione del quinto e il prestito con delega di pagamento possono essere richiesti e ottenuti anche in condizioni di sofferenza economica legata a segnalazioni al CRIF. 

Ad esempio da lavoratori dei corpi delle forze armate e militari che in passato sono stati segnalati come cattivi pagatori presso le centrali rischi o le banche dati creditizie, così come dai soggetti protestati. Non c’è bisogno di garanzia supplementari visto che a svolgere tale funzione sono sia lo stipendio che il trattamento di fine rapporto (ovvero il TFR).

Chiedi un preventivo per la Cessione del Quinto.

Se sei un militare o un appartenente agli uffici delle Forze Armate e ritieni che il prestito che fa al caso tuo sia la cessione del quinto, chiedici subito un preventivo! Ti forniremo tutte le informazioni che desideri e troveremo insieme la soluzione ideale per le tue esigenze.

Richiedi Consulenza o Preventivo