Come e quando rinegoziare la cessione del quinto?

La cessione del quinto dello stipendio è una tipologia di prestito vantaggiosa sotto molti aspetti: uno dei lati positivi è che il finanziamento può essere rinegoziato, così da ottenere un piano di ammortamento prolungato.

Ovviamente non è sempre possibile questa soluzione, poiché vi sono dei criteri da rispettare. In alcune situazioni avrete l’opportunità di rinegoziare la cessione del quinto, in altre invece no.

Come funziona e come si richiede la rinegoziazione della cessione del quinto

Abbiamo visto che l’obiettivo della rinegoziazione è l’estensione dei tempi di ammortamento. Aumenta la durata del prestito, e di conseguenza si riduce l’importo da pagare ogni mese.

È dunque necessario un nuovo calcolo da parte della banca o, comunque, dell’istituto di credito che avete scelto. Si estingue il vecchio finanziamento, e si elabora un altro contratto con condizioni differenti.

Al cliente sono consegnati dei documenti, che testimoniano tale operazione. A questo punto si ha l’occasione di sottoscrivere una diversa cessione del quinto. Tutto ciò può essere conveniente in alcuni casi, controproducente in altri: l’ideale è contattare un professionista, o un gruppo di esperti, per capire quale opzione sia migliore a seconda del contesto.

Vi sono società finanziarie che prevedono una domanda telematica per rinegoziare la cessione del quinto, e altre che chiedono di andare di persona in sede. È possibile anche usufruire della PEC o della posta raccomandata per inoltrare l’istanza.

Quando è possibile rinegoziare la cessione del quinto

Come abbiamo già accennato, ci sono dei requisiti da soddisfare per rinegoziare la cessione del quinto.

La base è la Legge 141/10, che disciplina il procedimento. È essenziale, innanzitutto, che sia stato restituito come minimo il 40% delle rate. In più, se la cessione del quinto è di 5 anni bisogna aspettare almeno 2 anni; se è di 10 anni, è fondamentale attendere che siano trascorsi 4 anni.

La rinegoziazione può avvenire sia nella banca da cui avete ricevuto il primo prestito, sia presso un’altra compagnia. L’importante è aderire ai suddetti standard.

Quando non è possibile rinegoziare la cessione del quinto

A volte non è possibile rinegoziare la cessione del quinto dello stipendio. Per esempio quando:

  •         non è stato pagato il 40% delle rate;
  •         è passato troppo poco tempo dal giorno della firma del contratto;
  •         non è stato raggiunto il livello adatto di TFR per delle trattenute in busta paga.

Comunque, la rinegoziazione sarà accettata o meno a discrezione dell’istituto creditizio. Bisogna inviare documenti come il modulo di richiesta, l’ultima busta paga, l’ultimo CUD, la fotocopia della carta di identità e quella della tessera sanitaria. Sarà poi la banca a decidere se acconsentire.

Rinegoziare la cessione del quinto: qual è lo scopo?

Avrete capito che la rinegoziazione della cessione del quinto mira a prolungare il piano di ammortamento, e a ridurre la quota che viene sottratta al salario mensile. In questo modo si paga di meno ogni mese, e la cessione dura più tempo.

Tale soluzione serve anche a beneficiare di una maggiore liquidità. Infatti alla somma si aggiunge una cifra ulteriore, che corrisponde all’insieme delle rate trattenute meno il prezzo della rinegoziazione. Chiaramente è sempre indispensabile rispettare le condizioni della cessione del quinto, ovvero non va superato il 20% del salario (o della pensione).

È conveniente la rinegoziazione della cessione del quinto?

La risposta a questo interrogativo varia in base alle esigenze del singolo. La scelta, in altri termini, è puramente personale: bisogna analizzare con la massima attenzione i pro e i contro, magari con il supporto di un professionista del settore.

Sono da esaminare i costi e gli oneri, nonché tutte le conseguenze della rinegoziazione della cessione del quinto. Questo processo è consigliato per limitare l’entità delle rate, o per integrare il capitale con un importo extra.

Hai bisogno di un preventivo?

Se desideri un preventivo per la rinegoziazione della cessione del quinto, non esitare a contattarci! Il nostro team risolverà ogni tuo dubbio e ti aiuterà a trovare la modalità di prestito più adeguata alle tue esigenze.